16 novembre 2014

Io qui posso entrare

1 commento:
IL RITORNO - Niente Barriere è oramai da qualche tempo, in verità più di un anno, che non viene aggiornato. Lavoro e famiglia sono stati al primo posto nella mia vita in questo lungo periodo. Tempi difficili, molto difficili. Sicuramente molto più complicati di un anno fa. Mentre scrivo mi vengono in mente tante cose. Mi vengono in mente che i problemi per tutte le categorie di persone che questo blog ha seguito dal 2008 sono aumentati.
L'Italia frana e affoga a causa dei cambiamenti climatici e noi continuamo a vedere, più o meno le stesse facce nella stanza dei bottoni. Abbiamo ancora il Presidente Napolitano, forse ancora per poco, e non abbiamo più Monti o Letta al Governo. Ora abbiamo Renzi, o meglio abbiamo Renzusconi.
Il Cavaliere ha resistito alle tempeste giudiziarie che in un Paese normale lo avrebbero portato fuori dai giochi. Con un elettorato ridotto ai minimi termini, non si è fidato di lasciare la sua poltrona politica ai suoi servi e maggiordomi (del PDL o di Forza Italia),  e forse addirittura pensa che il suo Dudù sia meglio delle persone che abbiamo nominato. Pensate che non si è fidato neppure di lasciare la sua carica politica (al momento) ai suoi figli. Ha preferito fare quello che ha sempre fatto. Quando una cosa gli piace e non la può avere a suo piacimento... se la compra. Povero PD e povero Peppone Bersani. Renzi è un affabile comunicatore come lui e, lo penso da tanto tempo, sembra il clone (giovane) del Cavaliere. Questo vuol dire che come minimo ce lo dovremo sorbire almeno vent'anni come lo Smemorato di Cologno (Cit. Fiorello).
La crisi economica morde e gioca sulla vita di milioni di persone e la politica italica se la prende come sempre con le stesse persone. Con i lavoratori, o meglio dire i tanti disoccupati, i poveri pensionati, i disabili, gli immigrati, la scuola, la ricerca e la famiglia. E scusate se me ne dimentico qualcuno, sono troppi. Non ce la faccio!! Certo che l'ho fatto l'affare di scrivere questo post eh!!
Non è cambiato niente, anzi qualcosa è cambiato. La nostra vita è decisamente più schifosa, più complicata, più precaria.
Una cosa però sta cambiando in positivo nel nostro paese, ed è come un virus. Da un annetto questo virus, creato non in laboratorio da tantissimi disabili, disabili che non ci stanno più a vedere la propria vita e la società in cui vivono allo scattafascio e vogliono reagire malgrado le difficoltà. Per il momento di questo argomento vi scrivo solo una parola finale, una traccia, ma ci ritorneremo sicuramente quanto prima. Questa parola per noi disabili è fondamentale: ACCESSIBILITA'

"Da oltre un anno non è cambiato niente, le cose anzi sono peggiorate. Ma una speranza c'è e si chiama ACCESSIBILITA'" (Cit.)

un caro saluto a chi passa di qui .. e a presto...
... stay tuned

Raimondo

13 luglio 2013

Malala all'ONU "Non sarò ridotta al silenzio dai talebani"

7 commenti:

"Non sarò ridotta al silenzio dai talebani". Lo afferma Malala Yousafzai, ragazza pachistana diventata simbolo della lotta contro l'estremismo dei talebani, intervenendo all'Onu, dove ha incontrato il segretario generale Ban Ki-moon.

10 luglio 2013

Lo zucchero rende visibili i tumori

Nessun commento:

Una nuova tecnica per rilevare il cancro attraverso la risonanza magnetica, sviluppata dagli scienziati della university College London tiene conto del consumo di glucosio da parte delle cellule tumorali.

09 luglio 2013

Gianluca Toniolo, il chirurgo che opera in carrozzina

Nessun commento:

La sua storia è diventata un libro. Stiamo parlando di Gianluca Toniolo, un noto chirurgo pisano che dal 2010 è costretto a vivere su una sedia a rotelle a causa di un gravissimo incidente stradale. Dopo circa tre anni, lo scorso 28 aprile, con forza e caparbietà, il Dott. Toniolo è tornato in sala operatoria come chirurgo coloproctologo ed endoscopista presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria di Pisa.

08 luglio 2013

Sanità, Fibrosi polmonare: malattia rara, ma non esente da ticket

Nessun commento:

Solo Piemonte e Toscana hanno inserito la Fibrosi polmonare idiopatica (Ipf) nell’elenco regionale delle malattie rare. Tutte ferme le altre regioni, così come la procedura a livello nazionale, dove l’Ipf fa parte dell’elenco delle 109 patologie rare in attesa di essere riconosciute formalmente come tali.

Lavoro: Letta, previsti 22 milioni per assunzioni disabili

Nessun commento:

''Vogliamo aiutare la disabilita'. In passato sono stati ridotti i fondi per l'assunzione di lavoratori disabili. Abbiamo deciso di investire e portare a 22 milioni di euro la cifra di intervento specifico per incentivare l'assunzione di lavoratori disabili''.

Psicofarmaci: non posso difendere mio figlio

2 commenti:

L’accorato appello di una madre: le hanno tolto la patria potestà per imporre gli psicofarmaci al bambino

Bassano del Grappa. “Voglio solo difendere mio figlio da queste sostanze pericolose e spingere le strutture ad aiutare veramente mio figlio e offrirgli una vita serena e dignitosa, invece di semplicemente sedarlo e istituzionalizzarlo, ma gli psichiatri e il tribunale non mi permettono di proteggere mio figlio.”

05 luglio 2013

"Disabili discriminati sul lavoro". La Corte Ue condanna l'Italia

1 commento:

La Corte Europea di Giustizia ha condannato l'Italia per l'incompleta applicazione dei principi Ue in materia di diritto al lavoro per le persone disabili.

04 luglio 2013

Disabilità: tagliare gli sprechi veri

Nessun commento:
Quanto spreca l’Italia per l’accertamento dell’invalidità? E quanto deriverebbe in termini di risparmio dalla semplificazione amministrativa? È l’oggetto di una elaborazione propositiva che la Federazione per il Superamento dell’Handicap invierà nei prossimi giorni ai Ministeri della Salute, della Funzione Pubblica, del Lavoro e delle politiche sociali, e dell’Economia.